Loading...

Italiafestival a Festiv-all

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Si è svolto, nei giorni 1 e 2 luglio, presso l’Auditorium Museo e Real Bosco di Capodimonte, il convegno “Festiv-All” a cura della Fondazione Campania dei Festival in collaborazione con Regione Campania, Campania Teatro Festival (socio di Italiafestival) e Italiafestival.

Il convegno ha posto l’accento sul ruolo dei Festival nelle relazioni internazionali e nella cooperazione internazionale alla luce degli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile.

I lavori del convegno si sono concentrati su alcuni temi fondamentali per il comparto, quale il ruolo dei Festival nelle relazioni internazionali e nella cooperazione internazionale alla luce degli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile, il documento programmatico sottoscritto da 193 Paesi delle Nazioni Unite, tra cui l’Italia, in cui vengono individuati 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, articolati in 169 target, da raggiungere entro il 2030 e che costituisce un ineludibile strumento per riorientare l’attuale modello di sviluppo su pratiche sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale.

I lavori si sono aperti venerdì primo luglio introdotti da Ruggero CappuccioAlessandro Russo e Brunella Fusco (consigliere di Italiafestival), rispettivamente direttore artistico, segretario generale e responsabile progetti internazionali, cooperazione e digitalizzazione di Fondazione Campania dei Festival.

I rappresentanti di Italiafestival che sono intervenuti nei vari panel, hanno esposto specifici focus. Franco Belletti (vice presidente di Italiafestival, in rappresentanza del Ravenna Festival) è intervenuto nel panel che si è focalizzato su esperienze e case studies relativi alla cooperazione internazionale e all’Agenda 2030, insieme ai contributi di Maria Teresa Imparato di Legambiente Campania, Antonello Petrillo dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Rosanna Romano, della Direzione Generale per le politiche culturali e il turismo e Filippo La Rosa, Consigliere Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale -MAECI, il quale – introdotto da Giampiero Rasimelli di Italiafestival – ha proposto un intervento relativo alle strategie di promozione della cultura italiana all’estero.

Nel panel di sabato 2 luglio il presidente di Italiafestival Francesco Maria Perrotta e Lina di Lembo per Agis sono intervenuti sulle modalità con cui i Festival possono interpretare le indicazioni contenute nella programmazione europea. Insieme a loro hanno contribuito l’artista e performer Gabriela Carneiro Da Cunha, Alina Narciso della Rete per la Parità di Genere nello Spettacolo dal Vivo, Silvano Falocco della Fondazione Ecosistemi e Romano Ugolini per Ambiente e salute di Legambiente.

I lavori di “Festiv-all” sono conclusi nel pomeriggio con una Pitch session dedicata alle esperienze dei Festival campani e del Sud Italia e con le con gli interventi finali e i saluti del direttore artistico della Fondazione Campania dei Festival Ruggero Cappuccio, della vicedirettrice artistica Nadia Baldi e del Segretario generale Alessandro Russo.