Loading...

L’Ira di Achille

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

3 giugno

dall’Iliade di Omero

adattamento scenico e regia:
Mimmo Cuticchio

con: Mimmo Cuticchio, Giacomo Cuticchio, Tania Giordano, Marika Pugliatti,

Emanuele Salamanca

musiche:Giacomo Cuticchio

flauto traverso:Alessandro Lo Giudice

violoncello:Paolo Pellegrino

sassofono baritono:Nicola Mogavero

percussioni:Giulia Lo Giudice

arpa:Roberta Casella

scene e costumi:Tania Giordano

luci:Marcello D’Agostino

organizzazione: Elisa Puleo

 

2 settembre 2020  Teatro Akrai, Palazzolo Acreide (SR)

 

L’ira di Achille è una messa in scena con i pupi pensata non per il piccolo boccascena ma per il grande palcoscenico. L’azione si svolge su tre piani scenici: gli uomini/pupi, i sacerdoti/pupari e gli dei/attori.

Giacomo Cuticchio ha scritto appositamente la suite musica- le per lo spettacolo, ideato, montato e diretto dal padre Mimmo. L’epica si fonde con il contemporaneo in una messa in scena che vede in azione nuovi pupi creati sulle gure dei greci e dei troiani, nel rispetto di quei canoni tradizionali che la Famiglia d’arte si tramanda di generazione in generazione. Analogamente, strumenti antichi e moderni vengono armonizzati nella colonna sonora che accompagna, in una progressione dialettica, i fatti rappresentati, seguendone i ritmi di improvvisazione tipici del teatro dei pupi.